mar | 04 | agosto | 2020

Leaderboard banner 728×90 – PALFINGER
L’AIUTO UMANITARIO DI JCB PER L’EMERGENZA COVID-19. “CIBO ALLE COMUNITÀ DEL REGNO UNITO E IN INDIA”

L’AIUTO UMANITARIO DI JCB PER L’EMERGENZA COVID-19. “CIBO ALLE COMUNITÀ DEL REGNO UNITO E IN INDIA”

JCB ha lanciato un’iniziativa di soccorso a livello internazionale nelle comunità attorno alle sue fabbriche per aiutare le persone bisognose di cibo a causa delle difficoltà causate dalla pandemia da Coronavirus. Il personale addetto alla ristorazione JCB nel Regno Unito e in India sta preparando più di 37.000 pasti a settimana per la distribuzione in città e villaggi situati vicino ai suoi impianti produttivi. L’idea dell’iniziativa è di Lady Carol Bamford, moglie del presidente di JCB Lord Anthony Bamford.

Nel Regno Unito il personale sta preparando attivamente 2.000 “cottage pies” (pasticcio di carne ricoperto da purea di patate) a settimana per la distribuzione nell’area del North Staffordshire. La prima delle pietanze è arrivata il 2 Aprile alla The Hubb Foundation di Burslem, Stoke-on-Trent, per essere distribuita a bambini e famiglie bisognose di sostegno in tutta la città. JCB prevede inoltre di espandere l’iniziativa per soccorrere i senzatetto. I primi pasti sono arrivati ​​in contenitori appositamente preparati con un messaggio che recita: “Preparati con amore dagli chef di JCB per la nostra comunità locale”.

La portata dell’operazione in India è ancora più grande, commisurata alla forza con cui il Coronavirus ha causato enormi disagi alla vita delle persone. Quarantacinque membri del personale JCB sono stati mobilitati per cucinare nelle mense aziendali più di 35.000 pasti a settimana da offrire alle comunità intorno alle sedi degli stabilimenti JCB a Delhi, Pune e Jaipur. Lady Bamford ha dichiarato che “il mondo sta affrontando una crisi internazionale e ora, più che mai, è importante che le comunità si riuniscano e aiutino le persone più vulnerabili della nostra società. I team di JCB nel Regno Unito e in India stanno facendo un lavoro eccezionale per preparare così tanti pasti da distribuire alle persone più bisognose in questo momento”.

Nel Regno Unito la distribuzione dei pasti sarà ampliata nelle prossime settimane per aiutare i senzatetto, i dipendenti di prima linea del servizio sanitario nazionale, le famiglie in condizioni di fragilità economica e sociale di di Rocester, Cheadle e Uttoxeter, gli anziani e coloro che soffrono di malattie mentali.

L’ente The Hubb Foundation offre attività gratuite, spazi e cibo ai bambini e ai loro genitori attraverso Stoke-on-Trent durante le vacanze scolastiche. Carol Shanahan, fondatrice di The Hubb Foundation, ha dichiarato: “Le nostre attività sono limitate a causa delle restrizioni nazionali, ma il team è stato determinato a fornire pasti in questi tempi difficili. Siamo in debito con JCB per il loro supporto. Il cibo verrà consegnato alla nostra sede al Port Vale Football Club e poi distribuito attraverso la nostra rete di personale, volontari e aziende locali che collaborano con noi per fare la differenza in città”. La Fondazione Hubb ha in programma di inviare, con il sostegno di JCB, 5.000 pasti durante le imminenti giornate di Pasqua

Nel frattempo, l’India è attualmente in stato di blocco nazionale totale fino al 14 aprile, e decine di migliaia dei 45 milioni di lavoratori migranti del paese sono tornati nei loro villaggi dopo aver perso il lavoro, dal momento che le imprese nelle città sono state costrette a chiudere temporaneamente. Migliaia di lavoratori migranti, poi, scelgono di rimanere nei luoghi in cui lavorano, ma essendo senza reddito non hanno mezzi per acquistare cibo.
Per aiutare ad alleviare questa situazione straziante, JCB sta fornendo i pacchi alimentari ai più vulnerabili nelle aree intorno alle sue fabbriche. Il cibo distribuito include curry vegetale, riso, verdure fresche e chapatis (pane tipico della cucina indiana) per un pasto di circa 1.000 calorie. I delegati dei volontari di JCB stanno lavorando con le autorità locali per garantire che gli aiuti raggiungano in particolare i soggetti e le fasce sociali più deboli.

Related posts