domenica, 3 Marzo 2024

AC 80-4, “vertice compatto” di Demag

Must read

Nuovo ordine di piattaforme Sinoboom per il noleggio britannico e d’Irlanda

Si consolida la presenza di Sinoboom nel mercato europeo delle piattaforme aeree. Una delle principali società di noleggio di attrezzature del Regno...

Nuovo dealer in Gran Bretagna per Palazzani

Prosegue la strategia Palazzani Industrie di espansione verso i mercati esteri. Il costruttore bresciano ha annunciato una nuova collaborazione con l'azienda CPL...

Otto nuovi modelli per l’alta fascia pick & carry di Manitex Valla

Manitex Valla ha intrapreso un nuovo programma di produzione dedicato alle gru pick & carry ad alta capacità, storico punto di forza...

Magni raddoppia le performance con il nuovo telescopico rotativo RTH 8.39

Magni Telescopic Handlers continua a introdurre novità sul mercato di questo inizio 2024. Protagonista, questa volta, è il nuovo sollevatore telescopico rotativo...

Una gru da 80 tonnellate non è una novità per Demag e sotto questo profilo non si può dimenticare il grande modello AC 80-2. “Il successo mondiale ottenuto da quella gru ci ha dimostrato il grande interesse per le macchine di questa classe di sollevamento. Un gran numero di clienti ha infatti ribadito più volte il valore di quel modello, con quelle specifiche caratteristiche. È questo il motivo che ci ha spinto ad aggiungere la gru AC 80-4 alla nostra gamma di prodotti Demag e Tadano nel segmento fino a 100 tonnellate”, spiega Michael Klein, Product Marketing Manager. La nuova gru Demag punta a obiettivi davvero elevati in termini di potenza e prestazioni e, sotto molti aspetti, supera anche i modelli nella classe 90 tonnellate.
Il lungo braccio base di ben 60 metri della gru Demag AC 80-4 consente, con alcune configurazioni, di raggiungere lo sbraccio più lungo nella classe fino a 120 tonnellate. Ma non è tutto. Nella classe fino a 100 tonnellate, nessun’altra gru si avvicina alla sua capacità di sollevamento con braccio completamente esteso entro un raggio di 30 metri: la gru AC 80-4 è in grado di sollevare ben 5,4 tonnellate con un raggio di 14 metri! Alza inoltre il livello di prestazioni con il braccio base esteso fino a 50 m: Con un raggio di dieci metri, è in grado di sollevare 9,7 tonnellate, ovvero 2,2 tonnellate in più rispetto al suo concorrente più potente. Anche sotto il profilo della potenza di tiro, la gru Demag AC 80-4 si posiziona in testa al gruppo: Con 66,9 kN, o 6,8 tonnellate, non ha rivali nella sua categoria.
Se non bastasse la lunghezza del braccio base di 60 metri, lo sbraccio può essere incrementato con una prolunga di 6,5 metri, inclinabile di 25° e 50°. La sua generosa capacità di 23,8 tonnellate consente l’uso della gru per sollevare carichi pesanti sopra gli ostacoli. Poiché la prolunga può essere ripiegata e trasportata sul braccio base, risulta pronta per l’uso in modo particolarmente rapido. Inoltre, per la gru Demag AC 80-4 è disponibile un runner di 1,50 metri con una capacità di 26,6 tonnellate. Ciò rende la gru AC 80-4 ideale per l’uso all’interno di edifici. Il braccio base può essere abbassato fino a 3° al di sotto della sua posizione orizzontale, in modo da installare le prolunghe in modo rapido e sicuro, eliminando facilmente la necessità di lavori in quota.

La gru più compatta nella propria categoria
Tutte le gru multistrada Demag sono caratterizzate da un design compatto e la nuova gru AC 80-4 non fa eccezione: quasi tutte le sue dimensioni sono più ridotte rispetto ad altre gru a quattro assi della sua categoria. La lunghezza totale è di 12,15 metri, la lunghezza del carro è 10,60 metri, l’altezza non supera i 3,85 metri e lo sbalzo anteriore non è da meno, solo 1,49 metri. “Insieme alla sua larghezza di soli 2,55 metri, la gru AC 80-4 è la più idonea al lavoro in cantieri stretti rispetto a qualsiasi altra gru della sua categoria”, dichiara Michael Klein, sottolineando questo vantaggio fondamentale del concetto alla base del nuovo modello Demag.
In grado di viaggiare su strada con un contrappeso di 9,3 tonnellate
La gru AC 80-4 non deve arrivare fino al cantiere per dimostrare le sue qualità, lo fa già mentre è in viaggio. Ciò è dovuto tra l’altro al sofisticato design del contrappeso, che consente di raggiungere un massimo di 17,7 tonnellate. Su strada, può trasportare direttamente fino a 9,3 tonnellate di contrappeso, pur mantenendosi sotto il limite di carico di 12 tonnellate per asse, e includendo anche il trasporto del falcone ripiegabile da 6,5 metri. Questa configurazione prevede infatti un bozzello a tre pulegge. “Con questa dotazione, la gru AC 80-4 consente di eseguire autonomamente un’ampia gamma di sollevamenti in molti paesi europei, senza richiedere l’uso di costosi veicoli ausiliari”, sottolinea con orgoglio Michael Klein. Anche quando resta al di sotto del limite di carico per asse di dieci tonnellate, può trasportare 3,3 tonnellate di contrappeso. Ciò significa che può attraversare ponti con un limite di peso di 10 tonnellate senza problemi, evitando in molti casi deviazioni che fanno perdere del tempo.

Motore e trasmissione Mercedes-Benz
La gru AC 80-4 è dotata di un potente motore diesel Mercedes-Benz per spostamenti e operazioni efficienti. Il motore genera una potenza massima di 340 kW (462 PS), erogando una coppia massima di 2.200 Nm. Basato su una tecnologia all’avanguardia, è conforme ai requisiti sulle emissioni EU Stage V. La trasmissione Mercedes-Benz G230-12, con organi di trasmissione dello stesso produttore, provvedere a erogare la potenza del motore per gli spostamenti su strada. Con dodici marce avanti e due retromarce, sterzatura integrale di serie e due o tre assi motori, la gru AC 80-4 è perfetta per ogni sfida sui terreni accidentati nei cantieri, ma anche per gli spostamenti veloci su autostrade e strade a lunga percorrenza.

Tutti i punti chiave del mondo delle innovazioni Demag
Una volta sul cantiere, il nuovo Demag Surround View facilita il lavoro di posizionamento della gru AC 80-4. Questo sistema, brevettato, utilizza le quattro telecamere della gru per mostrare un diagramma computerizzato della possibile estensione degli stabilizzatori, oltre al raggio di rotazione del contrappeso nella posizione attuale della gru. “Demag Surround View mostra nella cabina del carro le diverse larghezze di sfilo degli stabilizzatori, permettendo all’operatore di posizionare la gru con la corretta estensione degli stabilizzatori e garantendo il raggio di rotazione richiesto. In questo modo si riduce la necessità di effettuare numerose misurazioni e tentativi di ricerca di una posizione, rendendo la gru pronta al lavoro più rapidamente”, chiarisce Michael Klein.
Demag Surround View supporta il conducente anche durante gli spostamenti su strada verso il cantiere. Le telecamere forniscono immagini delle aree laterali della gru durante le svolte, facilitando le manovre e permettendo di rilevare ciclisti, pedoni o altri ostacoli. Questa funzione si attiva automaticamente quando si aziona l’indicatore. “Abbiamo presentato questa funzione per la prima volta sull’AC 4507”, spiega Michael Klein. “La risposta dei clienti è stata talmente entusiasta che abbiamo deciso di includerla anche nella gru AC 80-4. E altri modelli seguiranno!”
La gru AC 80-4 è dotata anche dell’innovativo sistema di controllo Demag IC-1 Plus, considerato da molti il principale sistema di controllo per gru sul mercato. Durante il funzionamento, il sistema IC1 Plus calcola la capacità di sollevamento della gru per ogni posizione del braccio, in base all’angolo di rotazione della torretta. In questo modo è sempre possibile sfruttare la massima capacità di sollevamento disponibile, con qualsiasi configurazione degli stabilizzatori, comprese quelle asimmetriche. Un vantaggio che diventa esponenziale in combinazione con Flex Base, il sistema che consente di estendere gli stabilizzatori in qualsiasi punto entro la loro portata, sfruttando tutto lo spazio disponibile fino agli ostacoli circostanti, anche quando è richiesta una configurazione asimmetrica. Ciò permette di utilizzare la massima capacità di sollevamento in ogni situazione, un aiuto impagabile, in particolare in cantieri con limitazioni di spazio. Permette inoltre alla già potente AC 80-4 di effettuare sollevamenti in genere riservati a gru più grandi e in luoghi che queste gru non sarebbero in grado di raggiungere, per le loro dimensioni. Il display grafico ampliato offre ogni comodità: è progettato sotto forma di radar della capacità e fornisce agli operatori informazioni aggiuntive sulla capacità di sollevamento entro la portata di lavoro, tenendo conto della posizione del braccio e del raggio di rotazione. Inoltre, la funzione rilevamento automatico del contrappeso supporta gli operatori della gru selezionando il contrappeso che è stato impostato, poiché IC1 Plus lo rileverà automaticamente.
Oltre al sistema di controllo IC-1 Plus, la gru è munita della soluzione telematica IC-1 Remote, che consente ai proprietari di leggere e diagnosticare in remoto tutti i dati importanti della gru AC 80-4, integrando quest’ultima nel sistema di gestione della flotta.
Le emissioni e il rumore rappresentano un problema sempre meno tollerato, in particolare nelle città più grandi. Il settore industriale dovrebbe fornire soluzioni sostenibili che possano aiutare a ridurre questo inconveniente. Per questo, la dotazione della gru AC 80-4 è stata completata con la soluzione E-Pack, vincitrice del riconoscimento ESTA. Questo sistema elettroidraulico è progettato per essere collegato alla gru. Utilizza un motore elettrico integrato da 32 kW per permettere alla gru di operare in modo estremamente silenzioso e a zero emissioni. E-Pack è adatto ad applicazioni che richiedono l’uso di gru all’interno di edifici, in aree urbane densamente popolate e lavori notturni in aree residenziali: tutte condizioni che l’azienda che utilizza la gru potrebbe trovarsi ad affrontare, con requisiti più severi che rendono impossibile l’uso di una gru con motore diesel nel modo convenzionale.

In Primo Piano

Nuovo dealer in Gran Bretagna per Palazzani

Prosegue la strategia Palazzani Industrie di espansione verso i mercati esteri. Il costruttore bresciano ha annunciato una nuova collaborazione con l'azienda CPL...

Otto nuovi modelli per l’alta fascia pick & carry di Manitex Valla

Manitex Valla ha intrapreso un nuovo programma di produzione dedicato alle gru pick & carry ad alta capacità, storico punto di forza...

Magni raddoppia le performance con il nuovo telescopico rotativo RTH 8.39

Magni Telescopic Handlers continua a introdurre novità sul mercato di questo inizio 2024. Protagonista, questa volta, è il nuovo sollevatore telescopico rotativo...

Latest article

Nuovo ordine di piattaforme Sinoboom per il noleggio britannico e d’Irlanda

Si consolida la presenza di Sinoboom nel mercato europeo delle piattaforme aeree. Una delle principali società di noleggio di attrezzature del Regno...

Nuovo dealer in Gran Bretagna per Palazzani

Prosegue la strategia Palazzani Industrie di espansione verso i mercati esteri. Il costruttore bresciano ha annunciato una nuova collaborazione con l'azienda CPL...

Otto nuovi modelli per l’alta fascia pick & carry di Manitex Valla

Manitex Valla ha intrapreso un nuovo programma di produzione dedicato alle gru pick & carry ad alta capacità, storico punto di forza...

More articles

Eurotecno a 33 metri tra gli alberi con Hinowa

Eurotecno, la società del Gruppo Guarneri specializzata nel noleggio di mezzi per il lavoro in quota - nei settori della cantieristica e...

Tuttoterreno tailor-made Tadano per la flotta Weiland in Germania

Nuova consegna di "peso" per Tadano, che arricchisce la flotta dello specialista tedesco dei mezzi di sollevamento Weiland Kran & Transport, una...

L’Accademia di Autovictor, formazione e consulenza per una sicurezza all’avanguardia

Nell'Italia del lavoro in cantiere che ignora ancora (colpevolmente) l'importanza della sicurezza, nasce l'avanguardia di Autovictor HSE Academy & Consulting, a beneficio...

Tag