ven | 22 | novembre | 2019

Leaderboard banner 728×90
Leaderboard banner 728×90
Leaderboard banner 728×90
JEKKO, IL GIS DELLE SOLUZIONI POLIVALENTI

JEKKO, IL GIS DELLE SOLUZIONI POLIVALENTI

Alla settima edizione del GIS Jekko ha esibito diverse novità che non hanno mancato di richiamare molti osservatori specializzati. Da menzionare le nuove minigrù SPX532 e SPX1280 e il nuovo minipicker MPK06, accanto a modelli già ben noti ad apprezzati come la JF545, la SPX424 e la SPX312.
Tra le macchine in esposizione, la gru cingolata JF545 continua a suscitare notevole interesse fra gli addetti ai lavori. La combinazione perfetta tra dimensioni compatte (5,4 x 1,8 x 2,8 m) ed elevata capacità di sollevamento (15,5 ton), unita ad un braccio da 30 m ed alla possibilità di usare la PLE rende questo modello uno fra i più richiesti da gruisti e noleggiatori. “In occasione del GIS abbiamo ricevuto numerose richieste di macchine piccole ma allo stesso tempo potenti – ha commentato Alessio Forcolin, responsabile commerciale Italia di Jekko – L’introduzione di normative per il contenimento del consumo del suolo, e il conseguente aumento delle ristrutturazioni del patrimonio edilizio esistente, comportano la necessità di lavorare in spazi ristretti e di difficile accesso. La gamma Jekko rappresenta la soluzione ideale per chi opera in questa tipologia di cantiere”.
Secondo il recente rapporto del Centro Studi Sogeea sulla rigenerazione urbana in Italia, infatti, gli interventi di ristrutturazione valgono circa il 17% del PIL italiano. Un dato che mette in evidenza il ruolo sempre più centrale di questo settore rispetto alle nuove costruzioni. “Quando si parla di manutenzioni e ristrutturazioni, soprattutto in aree urbane, la JF545 non teme confronti”, ha commentato Forcolin, riferendosi allo stesso rapporto statistico.
Tra le altre proposte Jekko presentate in fiera si sono distinti anche i modelli con batterie al litio, tra cui la nuova SPX532. “Jekko è stato il primo produttore di mini gru ad investire nella tecnologia eco-friendly delle batterie al litio, che permettono cicli di lavoro più lunghi con performance costanti” spiega Forcolin. Rispetto alle batterie tradizionali, la versione al litio ha una durata della carica maggiore (fino a 10 ore) con tempi di ricarica veloci e vita utile fino a 10 anni. Grande interesse anche per il minipicker MPK06, soprattutto dal mondo dell’artigianato, grazie alla possibilità di lavorare sia in modalità pick & carry con gancio che con manipolatore per vetri. La macchina, completamente elettrica, è l’unico minipicker con rotazione della colonna (+/- 15°), ha una capacità massima di 600 kg e compie fino a 3 movimenti simultaneamente.

Related posts