gio | 24 | settembre | 2020

Leaderboard banner 728×90 – PALFINGER
PRONTI AL LANCIO

PRONTI AL LANCIO

Terminata la fase di prova Linde Material Handling è pronta a lanciare sul mercato “connect:”, la nuova soluzione per gestire la flotta di carrelli elevatori. Presentato all’evento clienti World of Material Handling dello scorso anno, “connect:” fornisce ai responsabili della flotta informazioni trasparenti in merito agli operatori e ai carrelli, al loro impiego e alla modalità di utilizzo. L’analisi di questi dati garantisce una maggiore sicurezza per quanto riguarda il traffico interno, una più elevata disponibilità dei mezzi grazie all’ottimizzazione dei servizi e minori danni, oltre a un uso più efficace dei veicoli stessi. L’operatività del parco macchine diventa così più economica sotto ogni punto di vista.
Gli utilizzatori di carrelli Linde possono convertire i loro mezzi attuali e utilizzare il nuovo sistema di gestione e analisi “connect:desk” oppure accedere online, attraverso il portale “connect:”, per consultare le informazioni del proprio parco veicoli che sono archiviate sui server cloud Linde. Tutti i componenti dei carrelli come le unità di trasmissione e di accesso dei dati, così come i sensori, possono essere ordinati come kit di retrofit per mezzi esistenti Linde e non, in tal modo “connect:” può essere anche impiegato in caso di parchi misti. Considerate le potenzialità di risparmio, i costi necessari per l’installazione e il funzionamento della soluzione “connect:” risultano gestibili: l’infrastruttura Bluetooth standard Linde per uso locale è di semplice installazione e non viene nemmeno richiesta se i dati devono essere trasferiti ai server Linde via GPRS e processati sul portale “connect:”. I carrelli di nuova fornitura vengono consegnati già equipaggiati con tutti i componenti necessari, mentre i mezzi esistenti e quelli di terzi possono essere facilmente aggiornati dal tecnico dell’assistenza. Gli aggiornamenti del firmware e le funzioni aggiuntive vengono trasmessi al veicolo in modalità wireless e installati automaticamente.

connect:desk
Il software “connect:desk” mostra tutte le informazioni disponibili della flotta, permette di associare i carrelli ai conducenti e in tal modo facilita la pianificazione del lavoro. Al suo interno si creano i conducenti, si assegnano i diritti di accesso per i veicoli o per gruppi di veicoli, si impostano i limiti di velocità e si archiviano digitalmente i documenti di conducenti e carrelli. Grazie a una interfaccia personalizzabile, i dati più importanti per l’utilizzatore sono disponibili a colpo d’occhio e messaggi automatici ricordano la prossima manutenzione o formazione del conducente. Inoltre, valutazioni e report dettagliati e interattivi possono essere creati, esportati e inoltrati ad hoc o secondo intervalli prestabiliti in modo da visualizzare facilmente le analisi per l’ottimizzazione del parco e del loro utilizzo. Cliccando ad esempio, in corrispondenza dei dati presenti nei grafici, il software mostra informazioni aggiuntive sul veicolo, il conducente o l’evento.

La soluzione mobile
In alternativa, i dati come le ore di lavoro o le anomalie di funzionamento possono essere trasferiti dai carrelli direttamente alla Linde data cloud tramite la rete di comunicazione mobile. I clienti che non volessero installare un’infrastruttura locale nella propria sede possono raggiungere questi dati in ogni momento utilizzando qualsiasi PC, tablet o smartphone con connessione internet. Anche in questa soluzione sono disponibili svariate funzioni di reporting e analisi e i dati possono anche venire esportati su altri sistemi IT.

“La connettività offre infinite opportunità per semplificare i processi e le procedure automatizzate, anche per il traffico interno. Stiamo lavorando per collegare in modo ancora più stretto i nostri mezzi con i sistemi IT e gli utilizzatori, e renderli in grado di comunicare con le infrastrutture. In tal modo, stiamo estendendo sempre di più la portata delle funzioni di “connect:”,” spiega Maik Manthey. “Per quest’anno abbiamo in agenda l’app “connect:Preshift”, che consente di registrare l’effettuazione dei controlli giornalieri via smartphone all’inizio di ogni turno, e il Wi-Fi come secondo standard per la trasmissione dei dati.”

Related posts